Cosa significa iPaaS?

Una piattaforma di integrazione Cloud gestita o iPaaS (Integration Platform As-a-Service) è una soluzione gestita per l’hosting, lo sviluppo e l’integrazione di applicazioni e dati nel Cloud. Le soluzioni iPaaS migliori includono strumenti grafici facili da usare che aiutano a visualizzare un quadro generale dei dati di business intelligence su cui lavorare.

Conosciute anche come “piattaforme di integrazione Cloud”, le soluzioni iPaaS offrono tutto ciò che serve: infrastruttura, data warehouse, strumenti di progettazione delle applicazioni e ambienti DevOps. In un mondo sempre più rivolto al cloud, una soluzione iPaaS ottimale può semplificare sensibilmente l’integrazione di dati, applicazioni, sistemi di sicurezza e conformità aziendale.

Sia che si stia cercando di lanciare un’integrazione Cloud come espansione dell’ambiente fisico o di progettare un ecosistema cloud puro, la scelta del provider iPaaS è fondamentale per un’adozione efficace delle tecnologie cloud da parte dell’azienda. Di seguito, analizzeremo come si utilizza una piattaforma iPaaS, gli strumenti e le opzioni disponibili e vedremo come avviare un modello di integrazione Cloud in grado di rispondere in modo ottimale alle esclusive esigenze di un’azienda.

Scarica iPaaS: vantaggi di una piattaforma di integrazione Cloud ora
Guarda ora

Soluzioni iPaaS nei moderni ambienti IT

Oggi, le organizzazioni possono usare le soluzioni iPaaS per progettare qualunque cosa – inclusa la stessa rete – nel cloud. Vista la sempre maggiore disponibilità e affidabilità degli ambienti cloud, alcune aziende utilizzano esclusivamente i servizi di piattaforme cloud integrate.

Ambiti in cui le aziende leader sfruttano le tecnologie iPaaS:

  • Preparazione dei dati self-service, inclusi i flussi di integrazione, come la creazione di processi di preparazione dei dati riutilizzabili, in grado di fornire dati a strumenti BI e di analisi self-service.
  • Scambi di dati B2B per flussi di dati sicuri tra le reti dei partner. In questo modo si elimina la necessità di scrivere codice basato sulle API e si accelerano le procedure di onboarding di clienti e partner.
  • Gestione dei potenziali clienti tramite funzioni in grado di acquisire le informazioni di contatto dei partecipanti a eventi online o dal vivo e di integrarle rapidamente in un sistema CMS o in una piattaforma di automazione marketing.
  • Sfruttamento delle tecnologie Cloud per semplificare flussi di integrazione complessi, migliorare il livello di efficienza, gestire meglio le risorse e ridurre i costi.
  • Uso di strumenti di integrazione incorporati che permettono ai clienti di gestire con la massima semplicità attività di sincronizzazione e migrazione dei dati, senza pesare sui team IT.

Soluzioni iPaaS complete integrano strumenti e servizi in un’architettura orientata al servizio (SOA) in cui infrastruttura, software, dati e altre attività interagiscono all’interno di un ecosistema responsivo – visualizzando il tutto in un’unica schermata per semplificare le attività di controllo. Tutto questo consente alle organizzazioni di condividere risorse e informazioni tra le diverse applicazioni, creare e implementare miglioramenti in tempo reale e mettere sul mercato i prodotti molto più rapidamente di quanto fosse possibile prima dell’avvento delle piattaforme di integrazione Cloud.

iPaaS e multi-tenancy

Un altro vantaggio offerto dalle soluzioni iPaaS è il supporto semplificato della multi-tenancy del software. Nei modelli cloud precedenti, una singola istanza di un’applicazione software in esecuzione veniva implementata ogni volta che un cliente o “tenant” richiedeva un’interazione. Se migliaia di clienti interagivano simultaneamente con uno stesso ambiente, erano necessarie migliaia di istanze software per accoglierli.

Grazie alle multi-tenancy del software invece, una sola istanza può sfruttare la condivisione delle risorse sulla piattaforma iPaaS e servire clienti in tutto il mondo. La singola istanza del software fornisce inoltre un unico punto di intervento per aggiornamenti e modifiche, affinché piccoli aggiustamenti non richiedano implementazioni massicce su scala aziendale. La multi-tenancy può ridurre sensibilmente il carico di lavoro della rete e contribuire a un contenimento dei costi totali di proprietà.

Soluzioni iPaaS e infrastrutture ESB

Esattamente come le soluzioni iPaaS, i sistemi ESB (Electronic Service Bus) forniscono un middleware per la gestione e la condivisione di componenti di applicazioni e dati a livello aziendale. Le soluzioni ESB vengono implementate a livello locale e favoriscono l’integrazione dei dati nel cloud, fornendo ambienti molto simili alle soluzioni cloud ibride.

Tuttavia, le differenze tra i due sistemi sono molte e importanti. Se i sistemi ESB hanno posto le basi delle future soluzioni iPaaS, le piattaforme di integrazione cloud di nuova generazione sono in grado di eseguire funzioni che i sistemi che le hanno precedute non supportano. Eccone alcune:

  • Hosting remoto — I sistemi ESB sono generalmente soluzioni on-premise che operano a livello intermedio tra dati e servizi locali e il cloud. Le soluzioni iPaaS sono invece pensate per operare completamente nel cloud o in ambienti ibridi, dove gli strumenti di gestione vengono ospitati in remoto anziché localmente.
  • Multi-tenancy — Questo fondamentale vantaggio dello sviluppo software moderno non è supportato dalle piattaforme ESB, che non hanno la capacità di ospitare più utenti su singole istanze di un’applicazione. Senza la multi-tenancy, le organizzazioni non possono accedere a una delle più potenti tecnologie emergenti in ambito di progettazione e implementazione software.
  • Attività SaaS — I sistemi ESB possono essere modificati mediante l’introduzione di middleware per la gestione dell’integrazione di servizi SaaS basati sul cloud, in modo che le organizzazioni con esigenze più contenute e un investimento esistente in sistemi ESB possano trarre beneficio dai servizi SaaS. Tuttavia le soluzioni ESB sono per lo più considerate “cloud capable” rispetto a una piattaforma per la vera integrazione cloud, di conseguenza è possibile che le applicazioni e i servizi emergenti che utilizzano esclusivamente il cloud come standard diventino sempre più complicati da gestire tramite le piattaforme ESB.
  • Requisiti di codifica personalizzata — Se le soluzioni iPaaS sono servizi in hosting in grado di applicare automaticamente aggiornamenti, correzioni di sicurezza e altre rifiniture a un ambiente, le tradizionali piattaforme ESB non sono altrettanto reattive alle modifiche apportate a servizi remoti, come i servizi SaaS. Le risorse IT possono rimanere rapidamente invischiate nell’applicazione di patch e correzioni per ripristinare le funzionalità. In realtà, l’utilizzo di strumenti di codifica non idonei può incrementare i costi di manutenzione fino al 200%.
  • Risposta in tempo reale — Il business, così come le minacce che viaggiano sulla rete, si evolve in tempo reale. Le moderne piattaforme iPaaS colmano la lacuna tra assimilazione dei dati e disponibilità di business intelligence in tempo reale, permettendo alle aziende di passare da una strategia di business intelligence reattiva a una proattiva. Servizi emergenti, come l’Internet delle cose (IoT), richiedono una connessione istantanea tra utenti e servizi; di conseguenza, i ritardi nell’integrazione dei dati portano a un livello di servizio inferiore. I mercati del futuro saranno ancor meno tolleranti nei confronti di un’integrazione dei dati non in tempo reale, offrendo alle soluzioni iPaaS l’opportunità di diventare lo standard delle piattaforme operative.

Per le organizzazioni in crescita o i responsabili IT che devono scegliere un’architettura di integrazione dei dati, probabilmente i servizi iPaaS rappresentano l’opzione migliore.

Guarda Talend Open Studio for ESB for Dummies ora
Guarda ora

4 caratteristiche chiave di una soluzione iPaaS ottimale

La piattaforma e gli strumenti utilizzati per creare un data warehouse determineranno quanto esso potrà crescere e se potrà crescere in modo efficiente. Nonostante il Cloud abbia ampliato in modo quasi sconfinato le modalità di utilizzo e integrazione dei dati, scegliere il giusto partner e gli strumenti più adatti tra le tante opzioni disponibili può essere scoraggiante. Ecco le prime caratteristiche a cui guardare:

  1. Infrastruttura virtuale semplice da gestire — I provider iPaaS più versatili si integrano perfettamente con l’architettura virtuale ospitata a livello locale o con le piattaforme Cloud leader del settore, come AWS, Microsoft Azure, Google Cloud, Cloudera Altus, Snowflake, Salesforce e altre. Indipendentemente dal design, un’infrastruttura iPaaS dovrebbe essere in grado di ospitare queste piattaforme, così come di utilizzare altre tecnologie cloud senza che la gestibilità ne risenta.
  2. Integrazione e warehousing dei dati — Gestibilità e disponibilità dei dati di business intelligence possono fare la differenza, ecco perché la piattaforma scelta deve essere in grado di condividere le informazioni praticamente in tempo reale con applicazioni, archivi di dati e altro. Una soluzione iPaaS flessibile, in grado di gestire dati “caldi”, “freddi”, in esecuzione e in continua espansione, è un requisito fondamentale per le reti del futuro.
  3. Sviluppo di applicazioni ed erogazione continua — Una soluzione iPaaS dovrebbe consentire ai team di sviluppare internamente oppure di affidarsi a strumenti nel cloud per progettare, integrare e distribuire applicazioni a livello aziendale. Strumenti di test e implementazione automatizzata permettono di ottimizzare il potenziale dei team di sviluppo e di mettere sul mercato i prodotti più rapidamente, grazie ad applicazioni sicure e scalabili, in grado di funzionare in tutti gli ambienti operativi più popolari.
  4. Sicurezza e conformità — Il giusto partner iPaaS è in grado di offrire funzionalità di sicurezza aziendale critiche, come rilevamento delle frodi, avvisi di intrusione in tempo reale e schermate di controllo e segnalazione di semplice lettura. Inoltre, i servizi iPaaS dovrebbero garantire la conformità a tutti gli standard di settore, come la normativa PCI e il regolamento GDPR. L’esecuzione di verifiche obbligatorie e la visualizzazione delle minacce su interfacce fornite da iPaaS riduce il carico di lavoro degli esperti IT interni e semplifica sensibilmente l’integrazione cloud.

È importante selezionare una soluzione partner iPaaS in grado di porre le basi di un’azienda destinata a crescere e di soddisfare tutti i più importanti requisiti di integrazione dei dati/business intelligence, con un impatto il più possibile ridotto sul budget.

Introduzione a iPaaS

Le moderne aziende devono trovare le soluzioni giuste per l’hosting, lo sviluppo e l’integrazione di dati e applicazioni nel cloud e Talend viene in loro aiuto con strumenti in grado di garantire l’agilità dei dati necessaria a soddisfare qualsiasi tipo di esigenza.

Inizia oggi stesso con un download gratuito per scoprire come la piattaforma di gestione centralizzata con interfaccia utente grafica di Talend può semplificare la gestione dell’infrastruttura, trasformare big data in business intelligence, risolvere problemi di sicurezza e conformità e tanto altro ancora!